Made in Italy School
Mestiere Sarto

SARTO

PROFESSIONISTA DELL’ ALTA SARTORIA

Le origini della sartoria italiana sono davvero molto antiche.
Già nel 1600 fu istituita l'Università dei Sartori a Roma,
voluta dal papa Gregorio XIII, chiusa nel 1801, poi riaperta nel 1947 ad opera del mastro sarto Amilcare Minnucci, in via Rasella, dove tuttora si trova.

Il secondo dopoguerra, dà all’Italia un grande impulso in termini di creatività. Negli anni a venire il lavoro sartoriale diventa internazionale e nasce finalmente l’etichetta definita Made in Italy.

Oggi il Made in Italy rappresenta un esempio di buon gusto, genio e imprenditorialità.

È uno dei mestieri più elogiati dalla stampa estera, nonché uno dei più richiesti, con migliaia di posti vacanti, solo in Italia.

Concentra su di sé le funzioni di figurinista, modellista e tagliatore, che gli consentono di disegnare l’abito per poi svilupparlo secondo le forme del cliente, riproducendolo sui tessuti: è quella del sarto, simbolo del Made in Italy, una professione ricca di soddisfazioni personali ed economiche.

Il percorso per diventare sarti è lungo ed impegnativo. Occorre studio, conoscenza delle tecniche e dei tessuti, applicazione.

Per imparare davvero il mestiere occorrono anni di esperienza, anni che tuttavia garantiscono un ottimo inserimento nel mondo del lavoro.

Il sarto lavora in modo molto versatile: può dedicarsi a una attività artigianale in proprio, creando abiti su misura, a seconda del lavoro e della qualità dei tessuti, ma può anche ideare, ad esempio, costumi di scena per cinema e teatro.

Sempre di più oggi il sarto oggi identifica un professionista che taglia e cuce i vestiti, dotato di grande sensibilità e gusto.

Il sarto è un artigiano specializzato che confeziona abiti maschili e femminili; in Italia è stata una professione che ha segnato la storia del costume e della moda anche per le particolari modalità con cui si è sviluppata.

Questo mestiere non può prescindere da alcune attitudini e requisiti necessari al suo normale svolgimento. Mentre alcuni di questi vengono a svilupparsi in modo naturale attraverso la cultura, il proprio stile o lo studio, altri necessitano sia di uno studio approfondito, sia di un affiancamento a un sarto di professione, che possa essere per luifonte di apprendimento e di messa in pratica delle tecniche acquisiste.

Sartoria e Made in Italy sono quasi un sinonimo. Lo stile dei sarti italiani è, infatti, riconosciuto e richiesto in tutto il mondo.

Chi voglia diventare un sarto oggi deve prepararsi al massimo, sia teoricamente che sul campo, deve, infatti, essere in grado di condurre tutte le operazioni relative alla produzione di capi di abbigliamento (su misura o in serie ridotta) dalla selezione dei tessuti e dalla creazione del modello fino al taglio e alla realizzazione del capo. Questa figura trova impiego in piccole e medie imprese di abbigliamento o in laboratori artigianali di settore.

VAI AL CORSO

VUOI SAPERNE DI PIÙ?

RICHIEDI INFORMAZIONI LIVE CHAT
CHIAMA ORA
06 42016628
e seguici su
CHIAMA