Made in Italy School

Internazionale, libero, creativo. Questo è il mondo Momonì

La peculiarità dei loro capi è il matching di nuance, orditi, figure. Tutto è perfettamente abbinabile componibile in modo da lasciare alla persona che li indossa la possibilità di esprimere e asseco

Internazionale, libero, creativo. Questo è il mondo Momonì

30/05/2017

Il mondo Momonì.

A raccontarci il brand è il direttore creativo e co-founder Michela Klinz.

La peculiarità dei loro capi è il matching di nuance, orditi, figure. Tutto è perfettamente abbinabile  componibile in modo da lasciare alla persona che li indossa la possibilità di esprimere e assecondare la propria personalità. La donna Mononì è rilassata, a proprio agio in ogni situazione, è sempre alla ricerca della raffinatezza, dell'eleganza non tralasciando la propria estrosità.

La bellissima filosofia Momonì basata sulla libertà, si unisce a un processo creativo davvero unico.

Si parte dalla scelta dei colori e da qui si prosegue a creare tutta la collezione. I loro capi sono portabilissimi, ma danno anche la possibilità a chi vuole osare…

Ma l'ispirazione delle collezioni non è solo il colore. C'è un punto di riferimento fisso nell'universo creativo di Michela Klinz.

 “Una persona che mi ha veramente influenzata è stata mia nonna, dice “perché era molto elegante e anche dal punto di vista della moda per me è stata un'icona, e fino all'ultimo, le rubavo le cose dall'armadio. Lei era proprio Momonì. Oggi mi accorgo di quanto sia presente nelle mie creazioni. Credo che tutto quello che sto facendo adesso le piacerebbe. Un'altra icona di riferimento è Rita Levi Montalcini. Inoltre tutto ciò che è ‘visuale' mi influenza. Un libro, una stampa, un quadro o un paesaggio”.

Per la Primavera Estate 2017 tutto è partito da Londra, e più precisamente dalla mostra fotografica di Patti Smith, per lo spirito libero che trasmetteva, ma non solo: “Ci ha influenzato anche sulle silhouette e nei tessuti, e noi abbiamo deciso di inserire nei nostri capi anche quell'appeal maschile che fa parte del suo stile”. A questo si è unita una ricerca nei mercati vintage e nelle gallerie d'arte. In una di queste a catturare l'attenzione di Michela è stata una ragazza molto giovane che esponeva degli acquerelli con accostamenti cromatici bellissimi. “Ogni quadro sembrava potersi abbinare perfettamente con l'altro, proprio come accade nelle nostre collezioni”, spiega. Tra i capi cult della stagione, ci sono i pantaloni maschili con bretelle di lurex abbinati però a raffinate camicie di seta. Quindi un perfetto mix tra maschile e femminile. Altra novità di stagione sono gli abiti segnati in vita”.

Per il futuro Momonì ha grandi progetti. “Vogliamo aprire nuovi store e approdare in altri marcati”, svela Michela Klinz. “Sicuramente apriremo un secondo punto vendita a Parigi, a Saint Germain, e poi penseremo a Roma e a Londra.  Vorremmo concentrarci anche sull'Asia. Stiamo andando molto bene in Cina e abbiamo appena iniziato con la Corea e con il Giappone”.

[fonte: Vogue Italia]

  • Condividi questo articolo

Torna al Blog

VUOI SAPERNE DI PIÙ?

RICHIEDI INFORMAZIONI LIVE CHAT
CHIAMA ORA
06 42016628
e seguici su
CHIAMA