Made in Italy School

Shoes designer, il piacere di indossare una scarpa raffinata

Disegna e realizza uno dei manufatti degli abbigliamento più desiderati al mondo

Shoes designer, il piacere di indossare una scarpa raffinata

17/11/2016

Lo shoes designer è il progettista della calzatura, è colui che disegna e realizza uno dei manufatti degli abbigliamento più desiderati al mondo. Si è calcolato per sono circa duecento le operazioni che il professionista compie dal momento del disegno, della scelta delle pelli alla realizzazione del prodotto finale.
Si pensi che la costruzione di una scarpa esige molte ore di lavorazione, circa 40, contro le 9 per creare una camicia.

Quali sono i principali passaggi che uno shoes designer deve seguire per creare una calzatura artigianale di alta qualità simbolo per eccellenza del Made in Italy?
La prima fase si parte dalla misurazione che rappresenta l'aspetto più importante nella preparazione della forma, il sostituto del piede durante la lavorazione della scarpa.
Lo shoes designer deve tastare attentamente i piedi per stabilirne conformazione, caratteristiche ed eventuali anomalie. Per procedere con la misurazione usa tre semplici strumenti: un metro, una matita ed uno foglio di cartone. Rileva il contorno, la lunghezza, la larghezza, l'altezza del piede della in due diverse posizioni, sotto carico e in fase di non appoggio, al fine di ricavare con maggiore precisione le dimensioni del piede in camminata.

La seconda fase step è la realizzazione della forma che è una copia in legno del piede umano. Ha la funzione di offrire una superficie sostitutiva del piede per conferire una forma plastica al cuoio e alle pelli e permette di avere le proporzioni estetiche desiderate.
Per realizzare la forma si parte con la limatura, che permette utilizzando la raspa e diversi tipi di carta vetrata di eliminare gli esuberi di materiale, conseguentemente si procede con il metodo della giunta, attraverso il quale la forma viene portata alla dimensione desiderata fissando diversi tipi di pelle dalle dimensioni e dagli spessori necessari.
La terza fase consiste nella realizzazione della tomaia ovvero la parte superiore della scarpa che fascia il piede. La pelle scelta dal cliente viene tagliata sulla base di cartamodelli sulla forma del suo piede. Le diversi parti vengono poi ulteriormente lavorate, rifilate ed infine cucite insieme a mano a cui vanno aggiunti dei rinforzi per impedire che la scarpa si deformi, ed affinché rimanga robusta e stabile negli anni. Infine all'interno viene applicata una fodera per aumentare il confort della calzatura.

La quarta fase è rappresentata dalla messa in forma: partendo da pezzi di groppone dell'altezza di 5-6 mm, ed usando un semplice taglierino, vengono ritagliati con precisione i pezzi necessari per la parte inferiore della scarpa (tramezza, suola, guardolo, strati per il tacco, ecc…). Una volta inchiodata la tramezza sulla parte inferiore della forma e concluse altre fasi di preparazione, inizia la fase della pinzatura, vero e proprio “montaggio” della scarpa, che permette di trasmettere alla tomaia un andamento plastico, che rispecchi quello della forma. La tomaia, attraverso l'impiego di particolari tenaglie, viene infatti tirata sulla forma e fissata alla stessa, insieme alla tramezza, con dei chiodini di metallo. A questo punto la tomaia viene battuta energicamente con precisione utilizzando un martello da calzolaio, così da schiacciare le pieghe della pelle e far assumere alla scarpa una struttura più stabile e solida.
La quinta fase è La cucitura a guardolo: lo shoes designer cuce una una striscia di cuoio morbido, precedentemente trattata alla tramezza, alla tomaia e, successivamente, alla suola. Vengono impiegati 2 metri di spago di lino o di canapa.

La sesta fase la realizzazione della suola e tacco: il professionista ammorbidisce le suole di cuoio tagliate nell'acqua e le avvolge in foglio di giornale per 24 ore per maneggiarle più facilmente durante le fasi di lavorazione. procede quindi con la risolatura, ovvero il riempimento dello spazio tra la tramezza e la suola con il cambrione (una linguetta in acciaio con funzione di rinforzo) e listelli di sughero livellati con una lima. Prima di essere cucita, lo shoes design incolla e pressa la suola con il manico del martello, poi le batte in modo che colla e le superfici si appianino. A 5-6 mm dal bordo, con un pezzo di vetro incide e taglia la suola fino a ottenere un piccolo canale, la cosiddetta increna. Al suo interno viene fatta scorrere la cucitura della suola con il guardolo.

La settima fase: rifinitura, finissaggio e lucidatura della scarpa. Sono l'insieme delle operazioni di decorazione che contribuiscono anche ad aumentare di resistenza la calzatura. Lo shoes design livella il bordo esterno della suola viene livellato, lo liscia con un pezzo di vetro e lo tratta fino a raggiungere il colore desiderato. Rifinisce la suola, le cuciture e tutti gli altri dettagli della calzatura, mentre pulisce la tomaia con un panno caldo e stirato. Aiutandosi con una cinghia ed un gancio di ferro, estrae la forma dalla scarpa, potendo così procedere alla rifinitura della parte interna della scarpa, eliminando protuberanze e piccole imperfezioni. A questo punto lucida le scarpe e, come per magia, il risultato di questo unico lavoro artigiano si trasforma in un'opera d'arte.

  • Condividi questo articolo

Torna al Blog

VUOI SAPERNE DI PIÙ?

RICHIEDI INFORMAZIONI LIVE CHAT
CHIAMA ORA
06 42016628
e seguici su
CHIAMA