Made in Italy School

Sartoria Habitus, l'alta moda Made in Italy a Roma

Quattro giovani talenti della sartoria italiana per un brand che veste con classe

Sartoria Habitus, l'alta moda Made in Italy a Roma

17/11/2016

Sono ormai diversi anni che l'Alta Moda sta puntando sempre di più i riflettori su una nuova generazione di sarti rifiniti e di fashion designer italiani in grado di inventare, disegnare, ma soprattutto realizzare artigianalmente capi originali e dallo stile unico, apprezzati non solo in Italia, ma nel mondo.

In questa sezione parleremo dei nuovi talenti nel campo dell'Alta Sartoria in grado di orientare e le nuove tendenze.

SARTORIA HABITUS

Habitus è una sartoria artigianale nel cuore di Roma, a pochi passi dal Quirinale, specializzata nella realizzazione dell'abito classico fatto a mano.

Molte particolarità contraddistinguono Habitus da simili realtà.

  • Anzitutto il team è formato da quattro giovani talenti dell'Alta Sartoria: Gabriele Corvino, Lucia Colucci, Bernardo La Guardia ed Eleonora Lauria. La loro età non pregiudica assolutamente l'altissima qualità del prodotto finito.
  • La presenza di due sarte rifinite, Lucia Colucci ed Eleonora Lauria, in un settore dell'Alta Moda come la sartoria maschile, dove i sarti sono uomini veterani e di esperienza e dove vige il diktat: “il sarto di abiti maschili è colui che fa la giacca”, relegando solitamente le donne a ruoli subalterni.
  • L'importanza data dalla scelta del tessuto, sia esso lino, seta, cotone, lana. Il tessuto esprime l'anima dell'abito ed è in grado di rappresentare la personalità di colui che lo indossa.
  • Infine il valore dato all'artigianalità. Questo importante atelier realizza solo capi su misura secondo i principi tradizionali dei vecchi mastri di bottega, prestando particolare attenzione ai dettagli e alle rifiniture. Il laboratorio è annesso all'atelier e per creare gli abiti si usano solo forbici, ferro da stiro, ago, nessuna macchina industriale è ivi presente.

Habitus nasce il 14 Luglio 2014.

Il giorno stesso del loro diploma presso l'Accademia Nazionale dei Sartori a Roma, i quattro giovani sarti, spinti dal loro docente, si recano dal notaio per la costituzione del Bespoke. Ovviamente era un pensiero che balenava già da tempo nelle mente dei quattro giovani e talentuosi sarti, mossi dalla impellente necessità di realizzare i loro sogni.

Ad esempio Gabriele Corvino, esteta e dal gusto raffinato, è stato da sempre amante dell'unicità del capo in grado di adattarsi alla fisicità per forza di cose diversa da individuo ad individuo.

Bernardo La Guardia, invece, non aveva in progetto di divenire sarto, ancor più perché la sua famiglia professionalmente proviene da studi classici ed accademici. Incappa in questo mestiere per caso, in virtù di una folgorazione avvenuta a Londra, percorrendo la Savile Row, la via dei sarti, dove da più di 200 anni, gli artigiani dell'ago e filo creano vestiti su misura, per ognuno dei quali sono necessarie circa 50 ore di lavorazione. Gabriele comprende quindi il valore dell'alta sartoria e capisce che quella sarà la tua strada.

Habitus non si rifà ad alcun riferimento stilistico specifico, perché molto dipende dalla corporatura e dalle esigenze del cliente, ma anche dal tessuto utilizzato.

Ovviamente ci sono delle caratteristiche che contraddistinguono la Giacca Habitus: ha uno stile classico leggero, contenuto nei volumi, con una spinta verso l'alto per valorizzare il torace. A volte i sarti prendono a modello lo stile di Steve McQueen piuttosto che un figurino degli Anni Trenta.

Le stoffe sono pregiatissimi e provengono per lo più dalle più esclusive aziende Made in UK. Ad esempio particolari scampoli vengono acquistati da una piccola ditta collocata su un isoletta nel Nord della Scozia  composta solo dal titolare e da un dipendente.

Il team è persuaso che solo un buon tessuto riesce a creare un buon abito e a conferire ampia soddisfazione a chi lo indossa rendendo il capo duraturo nel tempo e sempre attuale.

Per realizzare un vestito i sarti impiegano minimo 40 giorni con 2 - 3 prove. Il cliente assiste pertanto a tutto il percorso di realizzazione anche perché il laboratorio è collocato all'interno dell'Atelier. Nulla è demandato a ditte esterne. Tutto questo per garantire l'altissima qualità del prodotto.

Per l'Atelier l'abito è del cliente che lo acquista, non della Maison. Infatti i titolari non usano mettere l'etichetta all'interno della giacca, ma nascosta all'interno del taschino riportando il nome della sartoria, mese di nascita e nome del cliente per eventuali stirature e eventuali riparazioni successive.

Il team da pochissimo lavoro di branding e sta costruendo lo zoccolo duro della loro clientela attraverso il passaparola. I social media hanno per loro il valore di una business card. La clientela è costituita per lo più da professionisti: notai, avvocati, architetti. Tutte persone che conoscono il prodotto e che sono abituati ad avvalersi della figura di sarto. Ovviamente il twist è dato dalla loro giovane età che permette loro di creare abiti più freschi.

La loro azienda è in costante crescita seppur in un contesto attuale complicato per l'artigianalità italiana.

Durante il tempo libero il team di Habitus veste sempre con classe. Infatti nascono fanatici dell'alta sartoria per poi diventare professionisti nel settore.

Per i sarti mantenere un certo stile anche fuori dall'ambito lavorativo, quando si va a cena fuori la sera, al cinema piuttosto che andare al supermercato non rappresenta un limite, ma un valore aggiunto, perché bisogna sempre vivere all'insegna del buon gusto e dell'eleganza, come l'alta moda italiana ci insegna.

 

  • Condividi questo articolo

Torna al Blog

VUOI SAPERNE DI PIÙ?

RICHIEDI INFORMAZIONI LIVE CHAT
CHIAMA ORA
06 42016628
e seguici su
CHIAMA